Il Panathlon Club Ferrara riconferma Luciana Pareschi e prepara nuove sfide

panathlon club ferrara consiglio 2020 2021

Lunedì 28 ottobre 2019 ore 20.15 - Ristorante l’Archibugio

Con l’assemblea ordinaria dei soci del 29 gennaio si è chiusa la fase di rinnovamento degli organi statutari, prevista ogni biennio, del Panathlon Club di Ferrara. A Novembre si era svolta infatti l’assemblea elettiva, seguita dalla prima riunione del nuovo consiglio per la definizione dei ruoli, fino ad arrivare appunto all’assemblea che ha avuto il compito di ratificare il nuovo organigramma.

Riconfermata presidente, per acclamazione, Luciana Boschetti Pareschi, che inizia così il suo 4° mandato.

Il nuovo Consiglio Direttivo sarà invece composto da Angela Travagli (Vicepresidente vicario), Davide Conti (Vicepresidente), Rita Minarelli (Segretario), Ivano Guidetti (Tesoriere), Annamaria Ballarini (Cerimoniere), Massimiliano Bristot, Michele Felisatti, Miranda Lombardi, Dino Raimondi.

Il Collegio dei Revisori Contabili sarà composto da Romano Pesci (presidente), Mauro Zucchi, Sauro Cantelli, Renzo Guerrini (supplente), mentre quello dei Probiviri da Francesca Bozzi (presidente), Giuseppe Alberti, Francesco Rossi, Alessandro Bighi (supplente), Luigi Vezzani (supplente).

Saranno responsabili della comunicazione Mirko Rimessi e Rita Minarelli.

Le due assemblee sono state l’occasione anche per fare il punto su quanto fatto in questo biennio e sull’ottimo stato di salute del Club, sempre più attivo sul territorio per la promozione dei messaggi di etica sportiva dei quali l’associazione benemerita di CONI e CIP è portavalori. Importante anche la fase di programmazione futura svolta dall’intera assemblea, con proposte che mirano a coinvolgere tutta la cittadinanza, quali mostre e convegni. Il primo appuntamento sarà quello del convivio del 26 febbraio, dove si affronterà un tema molto delicato, attraverso l’analisi del libro del Prof. Mario Testi “Inciampare nel cancro e rialzarsi. La filosofia del decathlon come efficace adiuvante alle cure mediche per ostacolare il male”.

Si è inoltre proceduto a formalizzare le 3 candidature del Club per i Premi Panathlon International relativi al Fair Play, già assegnati a livello locale nei mesi di maggio e durante la conviviale di Natale. Per il Premio “Pierre De Coubertin” (ad atleti o team per gesti di Fair Play che si sono svolti nel 2019, candidatura valida anche per la categoria Under 20) i giovani Kevin Dal Passo ed Eugenio Dondi, che durante una podistica sono stati attori di un bellissimo gesto: a causa di una caduta per errore di segnalazione del percorso i due si sono aspettati senza approfittare di quanto accaduto, per poi concludere in volata la prova. Per il Premio “Jean Borotra” (per chi ha dimostrato un atteggiamento di sportività e di costante Fair Play durante tutta la carriera sportiva) il decano del Club Renzo Guerrini, per l’eccezionale curriculum accumulato durante tutta la sua vita sportiva. Per il Premio “Willi Daume” (a persone od organizzazioni che hanno promosso azioni ed attività per favorire il fair play, come l’organizzazione di campagne divulgative, conferenze, libri, articoli su media) Mirko Rimessi, per la campagna di diffusione dei valori del Fair Play nelle scuole, attraverso le campagne di divulgazione della sua storia Olimpica e di valorizzazione della figura di Gino Bartali come campione di Fair Play.

Altra grande novità è quella relativa al progetto principale del Club, i Premi Panathlon,  destinati ai migliori studenti-atleti della provincia di Ferrara e corredati da una borsa di studio. I Premi, che vengono conferiti nel mese di maggio, sono assegnati da una commissione aggiudicatrice interna al Club e negli anni le scelte si sono sempre rivelate molto attente, ricadendo su atleti che si sono poi confermati ai vertici internazionali delle loro categorie e anche di più. E' il caso di Marta Bertoncelli, premiata nel 2017, che nel settembre del 2019, durante i Mondiali di La Seu d’Urgell (Spagna), ha staccato uno storico pass Olimpico per Tokyo 2020 nella canadese monoposto, o del poliedrico atleta non vedente Karim Gouda Said Hessan, premiato nel 2016 e vincitore della medaglia di bronzo nei 100m dorso degli European Para Youth Games svolti a Pajulahti (Finlandia). In vista dell'edizione 2020 il Club ha deciso di lanciare una campagna di social crowdfunding, volto al poter incrementare l'importo globale delle borse di studio, in modo da poter premiare tutti i meritevoli della stessa.

Visite: 358