Ci lascia Andrea Samaritani, Maestro che ha saputo unire Arte e Sport

Categoria: Vita associativa Creato: Lunedì, 31 Agosto 2020 Stampa Email

Andrea Samaritani

Dopo aver lottato con una grave malattia per oltre un anno si è spento all’età di 58 anni il Maestro Andrea Samaritani, artista che ha avuto il compito di interpretare, con il garbo e il tocco che lo contraddistingue, il legame tra lo Sport e Ferrara.

Andrea Samaritani consegna a Rita Bassani la fotodipinta ritraente il padre

Nato a Cento nel 1962 Samaritani si è espresso in diverse discipline: fotografia, giornalismo, grafica, pittura, regia... avendo modo di collaborare con le principali riviste dell’editoria italiana e europea e lavorare per numerose Istituzioni.

Il quadro celebrativo realizzato da Andrea Samaritani viene consegnato alla delegazione della SPAL

Nella sua poliedrica vita di "artista dell'immagine" dal 2006 ha dato vita ad un vero e proprio genere, la "fotodipinta", ed proprio con questa particolare espressione artistica che ha realizzato un filone dedicato allo sport ferrarese in collaborazione con il CONI di Ferrara e il Panathlon Club Ferrara, opere inizialmente finalizzate ad illustrare il libro scritto dal fratello Mario "Gira lo Sport", poi realizzate per ricordare imporanti momenti della nostra storia, come quelle dedicate a Bassani e al suo "amore" sportivo, il tennis (realizzata nel 2016 per il centenario della nascita dello scrittore), al ritorno della Spal in Serie A o ai 100 anni di storia del pattinaggio ferrarese.

Il Presidente della PGF presenta il Trofeo del Lavoro fotodipinto da Andrea Samaritani

Se ne va dunque un amico del nostro Club, che ha saputo così bene legare lo Sport all'Arte, uno dei temi preferiti e promossi dalle finalità del Panathlon International.

Visite: 112